SOM per uso Pro

Progetti Raspberry PI
Rispondi
tiziao
Messaggi: 3152
Iscritto il: sab 17 mar 2018, 9:23
Contatta:

SOM per uso Pro

Messaggio da tiziao »

In alternativa ai vari Raspini in ambiti pro si usano schede SOM tipo quelle prodotte dalla Engicam https://www.engicam.com/home

Tiziano
tiziao
Messaggi: 3152
Iscritto il: sab 17 mar 2018, 9:23
Contatta:

Re: SOM per uso Pro

Messaggio da tiziao »

Come level entry particolarmente interessante:
https://www.engicam.com/vis-prod/101223

Diciamo che stanno arrivando dul mercato tante som da Taiwan interessanti come prezzi... se si riesce ad usare un prodotto italiano meglio.

L' assistenza è di alto livello e l' azienda ad un ora di macchina... e specialmente su sviluppi basati su Android.

Tiziano
Avatar utente
blue3121
Messaggi: 98
Iscritto il: dom 24 gen 2021, 7:22

Re: SOM per uso Pro

Messaggio da blue3121 »

Anche se a distanza di 2 anni dal precedente post, vorrei condividere una mia esperienza.

Da una start-up italiana circa 6 anni fa sono nati questi prodotti:

https://up-board.org/

In particolare sono possessore di questa:

https://up-board.org/up/specifications/

acquistata al maker faire nel 2015 la uso da allora 7/7g 24/24h 365gg/anno come microserver.
Con un HD esterno su USB 3 ho misurato un consumo medio di circa 6 Wh. Praticamente niente.
Sono prodotti costruiti con standard industriali e, a differenza delle RPI, non hanno bisogno di sistemi operativi customizzati (Win10 gira in modo nativo, per intenderci); sono dotate di architettura Intel, BIOS, timer, batteria tampone, ecc e vengono viste dal SO come un PC qualsiasi a tutti gli effetti.
Sulla mia gira KUbuntu a 64 bit "standard" perchè non uso l'interfaccia I/O. Dovessi usarla non ho che da sostituire SOLO il kernel (fornito dal produttore) con una versione che la riconosca.
Costicchiano... ma valgono tutti i soldi spesi.
“...dentro i confini del computer, sei tu il creatore. Controlli - almeno potenzialmente - tutto ciò che vi succede. Se sei abbastanza bravo, puoi essere un dio. Su piccola scala.”
L. Torvalds
_________________
Guido C.
Rispondi