Scatole serigrafie home made

Non sai come realizzare il circuito stampato ? Ecco il posto giusto.
drpaolo
Messaggi: 67
Iscritto il: sab 14 mar 2020, 10:14

Re: Scatole serigrafie home made

Messaggio da drpaolo »

Un semplice trucco per attaccare a secco la pellicola senza fare bolle.
Occorrente:
  • un foglio di carta adesiva stampabile laser o a getto d'inchiostro su cui stampare l'etichetta;
  • un pezzo di pellicola trasparente adesiva tipo Dc-Fix, che si compra dal ferramenta. Questa pellicola ha -normalmente- una larghezza di 45 cm
Istruzioni:
  • si taglia la pellicola lasciando un bordo di almeno 15 mm per lato, rispetto alla misura dell'etichetta da proteggere.
  • Si "spela" la pellicola per 10-12 mm solo da un lato e si attacca questo lembo adesivo su un ripiano pulito, in modo da avere una specie di "copertina di libretto", incernierata sulla prte che aderisce al tavolo.
  • Si posiziona l'etichetta stampata da proteggere sotto la "copertina" e la si fissa con due striscioline di nastro adesivo; l'etichetta avrà ovviamente un'eccedenza di 5-6 mm rispetto al suo bordo, in modo che il nastro adesivo non faccia presa sulla parte stampata, ma solo sui 5-6 mm esterni ad essa.
  • Con cautela si "pela" lentamente l'adesivo della pellicola trasparente, millimetro dopo milimetro, adagiandolo sull'etichetta sottostante e facendo continuamente fuoriuscire le bolle d'aria con un righello piatto che si fa scorrere sulla porzione di pellicola che sta aderendo all'etichetta.
  • Al termine dell'operazione si stacca con attenzione il "sandwich" pellicola + etichetta che aderisce al piano e si rifila con un cutter ben affilato, ottenendo l'etichetta plastificata autoadesiva completa.
Con questo metodo l'adesione sarà perfetta, senza bolle; l'estetica sarà ancora migliore si si usa la pellicola trasparente semi-matt, che "risolve" i piccoli problemi di adesione e dà un aspetto più professionale.

Se l'etichetta stampata su carta adesiva ha lo sfondo colorato, difondete uniformemente il colore sul foglio e non solo sullo spazio della sola etichetta, lasciando dei leggeri segnalini che determinino il perimetro di ritaglio dell'etichetta stessa.
In questa maniera anche un taglio non accuratissimo fatto con il cutter non lascerà quelle righine bianche di bordo sull'etichetta colorata, che sono poco professionali.

P.S. molte etichette piccole si combinano su un unico foglio di stampa e si proteggono in un'unica passata; il taglio collettivo avviene dopo la stesura del film trasparente di protezione.
Se le etichette devono andare su apparecchiature soggette a piccoli spruzzi d'acqua, dopo aver fatto aderire l'etichetta al contenitore ripassarne i bordi con un pennellino imbevuto nel Vinavil.
Il Dc-Fix non è adatto ad etichette che si utilizzano all'esterno; per questo uso occorre il foglio di policarbonato 3M
drpaolo
Messaggi: 67
Iscritto il: sab 14 mar 2020, 10:14

Re: Scatole serigrafie home made

Messaggio da drpaolo »

Devo anche precisare che molti negozi/copisterie che preparano insegne o striscioni sono dotati di stampante con inchiostro che si "cura" con i raggi UV e aderisce perfettamente alla lamiera, soprattutto se verniciata.

Facendo verniciare a polvere i frontali o i contenitori e poi stampandoli con questo metodo si ottengono scritte che resistono anche sui trattori agricoli (provato).

Il costo di verniciatura e di stampa è molto basso (pochi euro a pezzo) se si trovano i fornitori giusti; allo stampatore dovete solamente consegnare un file di stampa e la stampa è diretta, dal vostro file al frontalino/contenitore, senza passare per telai di stampa o impianti vari, come avveniva per la serigrafia.
Avatar utente
scossa
Messaggi: 255
Iscritto il: lun 28 dic 2020, 23:06
Località: Verona provincia

Re: Scatole serigrafie home made

Messaggio da scossa »

Grazie Paolo per l'esauriente spiegazione!
drpaolo ha scritto: sab 23 gen 2021, 10:29 allo stampatore dovete solamente consegnare un file di stampa e la stampa è diretta, dal vostro file al frontalino/contenitore, senza passare per telai di stampa o impianti vari, come avveniva per la serigrafia
P.S.: c'è un formato specifico del file?

Grazie!
Bye!
Marco
-----------
Se tu hai una mela, ed io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu
hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.
(George Bernard Shaw)
drpaolo
Messaggi: 67
Iscritto il: sab 14 mar 2020, 10:14

Re: Scatole serigrafie home made

Messaggio da drpaolo »

P.S.: c'è un formato specifico del file?
Il mio fornitore preferisce un file di tipo *.eps o altro formato immagine vettoriale, in modo da poterlo eventualmente ingrandire senza sgranatura.
Avatar utente
Maxvarese
Messaggi: 1173
Iscritto il: mar 9 apr 2019, 23:53

Re: Scatole serigrafie home made

Messaggio da Maxvarese »

L'applicazione di lettere trasferibili, consolidate con 6 mani leggere di vernice acrilica trasparente,va bene da un punto di vista funzionale.
Le lettere si fissano bene e resistono alla frizione.
Dal punto di vista estetico dipende dalla bravura, dalla precisione di chi le posa. (A me è venuto maluccio)
Credo che si possa ricorrere a questa tecnica a patto di avere poco da scrivere come nel mio caso.
Allegati
20210128_201712_crop_640x480.jpg
20210128_201712_crop_640x480.jpg (171.9 KiB) Visto 1049 volte
Rispondi