FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Non sai come realizzare il circuito stampato ? Ecco il posto giusto.
Luciano1960
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 27 lug 2018, 23:02

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da Luciano1960 »

Ciao Tiziano,

dalle mie parti un motto recita :

"Cent coo, cent crap" ( cento crani, cento teste )

L'abnorne dimensione di STMicroelectronics fa si che inevitabilmente all'interno di essa convivano humus diametralmente opposti, non solo tra Divisioni ma anche al loro interno.
Questo aspetto, se non sfocia in anarchia è a mio avviso una ricchezza cosi' come recita il motto di cui sopra.

Punti di vista differenti portano a volte a quel pensiero laterale che un grandissimo personaggio di STM come Bruno Murari ha tante volte raccontato nella genesi dei MEMS :

https://www.youtube.com/watch?v=bE9gDIlr3lw

Luciano
Luciano1960
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 27 lug 2018, 23:02

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da Luciano1960 »

Buone vacanze a tutti,

tra un tuffo e l'altro vi allego un dettaglio delle connessioni ai piani interni del millefori (4 layers) in oggetto.

Luciano
Allegati
Piani interni .jpeg
Piani interni .jpeg (93.74 KiB) Visto 4350 volte
tiziao
Messaggi: 3228
Iscritto il: sab 17 mar 2018, 9:23
Contatta:

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da tiziao »

Molto bene Luciano... ;)
Che ne dici di spiegare in cosa consiste la tecnologia wirewrap... il forum non è popolato solo di elettronici antichi :mrgreen:

Tiziano
Luciano1960
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 27 lug 2018, 23:02

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da Luciano1960 »

Ciao Tiziano,

raccolgo volentieri il tuo invito ma anzichè ripetere ciò che altri hanno già pubblicato o caricato su YOUTUBE, mi limito a fornire qui sotto i link che a mio avviso sono più che sufficienti per far "scattare la molla" ai meno "antichi elettronici" che frequentano questo interessantissimo Forum per ipotizzare dei prototipi realizzati con la tecnica in oggetto.

Inizierei con il motto :

Il Wire Wrap è vivo e vegeto !!!

http://www.nutsvolts.com/magazine/artic ... e_and_well

Una panoramica dei Tools necessari:

https://www.specialized.net/tools/wire-wrap-tools.html

Tools manuali ed economici :

WireWrapping manuale

https://www.youtube.com/watch?v=qLt6a6_Rm20

https://www.youtube.com/watch?v=lG5oKLrG7R0


Tools con pistola (circa 200€)

WireWrapping con pistola

https://www.youtube.com/watch?v=kk9sqDO58Vk

https://www.youtube.com/watch?v=w38u2SXyXUA
Allegati
WireWrap.jpg
WireWrap.jpg (112.24 KiB) Visto 4342 volte
Luciano1960
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 27 lug 2018, 23:02

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da Luciano1960 »

Ciao a tutti,

su invito di Tiziano ho precedentemente postato dei link utili a comprendere la potenzialità della tecnica WireWrap per realizzare i vostri prototipi.

Girando nella rete alla ricerca di materiale utile a quanto sopra mi sono imbattuto nel seguente sito :

http://nerdcreationlab.com/projects/wra ... tructions/

La mia attenzione è stata catturata dai disegni riportati sul manuale delle istruzioni per realizzare un clone di Arduino con la tecnica del WireWrap e dalla motivazione di utilizzare quest'ultima :

This project helps preserve a dying skill and teach people new skills. It is more than just a kit, it is also an educational experience and a beautiful completed project. It is a great conversation starter and gives you a certain nerd cred to have made a wire wrap kit.

Il video seguente illustra il progetto a suo tempo inserito su Indiegogo:

https://youtu.be/I2HkSjpKG-M

Campagna ormai chiusa su Indiegogo:

https://www.indiegogo.com/projects/wrap ... no-clone#/

Le fotografie del progetto ed il video esemplificano chiaramente i passaggi per realizzare un prototipo largamente utilizzato da "giovani elettronici" che non disdegnano di pescare nel passato se quest'ultimo puo' dare una duttile ed economica risposta ai loro progetti.

Luciano
Luciano1960
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 27 lug 2018, 23:02

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da Luciano1960 »

Per gli amanti del fumetto ...


WireWrapComic /WireWrapIsStillUseful.pdf


Una vera chicca, è il primo manuale di istruzioni con tale veste che mi capita di vedere.


Luciano
Guido
Messaggi: 1201
Iscritto il: dom 18 mar 2018, 20:21

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da Guido »

Grazie di tutto.
Tutto molto interessante.
Non ho visto elencato (per mia frettolosa lettura probabilmente) un vantaggio di questa tecnica che penso sia molto concreto: l'operatore non respira i fumi di saldatura e non maneggia composti di piombo.
Un difetto che pero' non ho visto elencato e' rappresentato a mio parere dallo spreco di materiale necessario per ogni connessione: sono necessari diversi cm di filo di rame ed inoltre un terminale metallico di discreta lunghezza su cui avvolgere il filo, terminale che deve essere ricoperto da materiale non ossidabile.
I costi della realizzazione dovrebbero essere quindi piu' alti, su vasta scala.
Ad ogni modo grazie !
Guido
Luciano1960
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 27 lug 2018, 23:02

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da Luciano1960 »

Grazie di tutto.
Tutto molto interessante.
Non ho visto elencato (per mia frettolosa lettura probabilmente) un vantaggio di questa tecnica che penso sia molto concreto: l'operatore non respira i fumi di saldatura e non maneggia composti di piombo.


Hai fatto bene a sottolinearlo anche se per fissare gli zoccoli o le strips Wire Wrap occorre comunque usare il saldatore (sebbene in misura minore rispetto alla saldatura convenzionale)

Un difetto che pero' non ho visto elencato e' rappresentato a mio parere dallo spreco di materiale necessario per ogni connessione: sono necessari diversi cm di filo di rame ed inoltre un terminale metallico di discreta lunghezza su cui avvolgere il filo, terminale che deve essere ricoperto da materiale non ossidabile.
I costi della realizzazione dovrebbero essere quindi piu' alti, su vasta scala.


Lo svantaggio da te sottolineato è reale su vasta scala ma la peculiarità del WireWrap al giorno d'oggi sta nella realizzazione di soli prototipi.

Negli anni settanta intere schede di "enormi" elaboratori erano realizzate esclusivamente a WireWrap (in particolare i backplane)

Il costo era però compensato dagli iperbolici costi di queste macchine ad uso esclusivo di industrie e/o Università

Vorrei però fare una riflessione su cosa intendo per prototipo.

Nella sezione CAD CAE di questo Forum ho segnalato un Tool on line gratuito che permette lo sbroglio di PCB e la possibilità di generazione dei relativi Gerber Files da inoltrare alle Società cinesi che in 10 gg ti consegnano via corriere una decina di PCB dual layers a 5$

Perchè allora parlare ancora di Wire Wrap nel 2018 ?

Rispondo a quanto sopra riprendendo un pezzo del post già precedentemente pubblicato per meglio esemplificare il concetto :

Anche la board con l’FPGA ha beneficiato in tempi recenti della modalità di realizzazione di cui sopra.

Anche in questo caso un giovane tesista venne impiegato per realizzare un embrione di Testing Board utilizzando FPGA, DAC, ADC, Analog Power Supply,etc

Questi non conosceva nulla di tutto ciò ma grazie al concetto di incremento permesso dalla tecnica del WireWrap imparò pian piano ad usare i vari componenti che man mano io aggiungevo sulla board sino a divenire quella che vedete in foto.

Con l’occhio lungo piazzai i componenti nella board formato VMEbus ed utilizzai i tre connettori per connettere a sua volta le innumerevoli Testing Board per i vari TestChip progettati nel mio gruppo.

Consolidato lo schematico della Board FPGA si è a sua volta incaricato un servizio esterno per lo sbroglio e la realizzazione del PCB per produrne in diversi esemplari da utilizzare nel nostro laboratorio.


Mi affido invece a Wikipedia per una definizione completa :

Prototipo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation
Jump to search

Il prototipo è il modello originale o il primo esemplare di un manufatto, rispetto a una sequenza di eguali o similari realizzazioni successive. [/b]Normalmente costruito in modo artigianale e in scala 1:1, sul prototipo verranno effettuati collaudi, modifiche e perfezionamenti, fino al prototipo definitivo, da avviare alla produzione in serie.

Il termine — prevalentemente utilizzato in riferimento a congegni, macchinari e veicoli — deriva dal greco πρωτότυπος, composto di πρωτο, "precedente, primario" e τύπος, "tipo".

Il prototipo può essere concettuale, funzionale, tecnico o di preserie, e in ogni caso può svolgere funzioni differenti nell'azienda: può servire per valutare costi, tempi di ciclo, risposta del mercato e così via. Il prototipo non è una necessità avvertita solo dalle moderne aziende. Il ricorso al prototipo è, infatti, un'esigenza sentita sin dall'antichità, quando ci si poteva affidare solo a carta e attrezzi da disegno, per cui la realizzazione del prototipo permetteva di effettuare importanti osservazioni sul progetto in corso.


L'ho fatta lunga ma è importante per le nuove generazioni confrontarsi con tecniche "antiche" che, se contestualizzate correttamente, consentono di gestire e superare le inevitabili tribolazioni della messa a punto di un nuovo progetto.

Luciano
Guido
Messaggi: 1201
Iscritto il: dom 18 mar 2018, 20:21

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da Guido »

Grazie ulteriormente.
Per fare una battuta io aggiungerei un'altra definizione alla definizione di prototipo in elettronica :" Circuito che funziona perfettamente in ogni condizione di test, senza mostrare neanche uno dei difetti che poi compariranno inevitabilmente nella realizzazione definitiva " :D

Guido
Luciano1960
Messaggi: 92
Iscritto il: ven 27 lug 2018, 23:02

Re: FPGA Vs WireWrap ? Why Not ?

Messaggio da Luciano1960 »

Grandissimo Guido !!!

Sacrosanta verità, è capitato anche a me di verificare dei problemi su PCB quando i prototipi a WireWrap funzionavano correttamente.

Tali anomalie si possono limitare se esiste una buona sinergia tra il il progettista ed il layoutista nel definire a priori le Design Rules e le criticità in gioco (clock tree, posizionamento componenti al fine di ridurre la lunghezza delle piste, riflessioni, terminazioni, piste ad impedenza controllata,power planes,etc)

Ancora meglio se vengono fissati dei check durante lo sbroglio del PCB

Nel caso della board da me fotografata (quella con la FPGA da 480 pins) avevamo lasciato la libertà al layoutista di riassegnare le nets dellìFPGA al fine di sbrogliare al meglio quella parte di PCB particolarmente congestionata.
Quando il layoutista ha concluso quella parte abbiamo riassegnato le nuove nets e verificato che il "VHDL fosse digerito dall'FPGA"

Come in tutte le cose se si curano preventivamente i dettagli si limitano autometicamente gli errori finali

Luciano
Rispondi