"Nuova" unità controllo immissione gas

In quest'area è possibile porre domande su oggetti guasti. Descrivere come si manifesta la anomalia
Avatar utente
Maxvarese
Messaggi: 2009
Iscritto il: mar 9 apr 2019, 23:53

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da Maxvarese »

Sino a qui':

Verificato tensioni d'alimentazione Ok

Giunzioni diodi Ok

Verificati Relè Ok

Ripassato saldature brutte

Verificato continuità cavi di connessione scheda/connettori Ok

Pulito scheda da flussante

Verificate tensioni in out opamp coerenti Ok

Diodi e transistor optoisolatori Ok

Ic digitali OK

Manca solo un integrato comparatore a finestra con 4 uscite, poi avrò verificato tutto senza trovare nulla di anomalo.
Può essere che la causa del malfunzionamento sia esterna all apparecchio, che dipenda dal resto dell'impianto a cui è collegato. :?
Avatar utente
pgv
Messaggi: 556
Iscritto il: gio 17 set 2020, 13:16
Località: Ginevra

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da pgv »

Il potenziometro multigiri sul pannello lo hai controllato?
gio64
Messaggi: 455
Iscritto il: lun 19 mar 2018, 12:03

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da gio64 »

a questo punto penso proprio che il guasto sia esterno al apparecchio
Avatar utente
pgv
Messaggi: 556
Iscritto il: gio 17 set 2020, 13:16
Località: Ginevra

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da pgv »

Ho trovato questo schema, chissa' se corrisponde, comunque non puo' essere completo, mancano i chip digitali.

https://www.blunham.com/Misc/Balzers/PDFs/RVG040.pdf
Avatar utente
Maxvarese
Messaggi: 2009
Iscritto il: mar 9 apr 2019, 23:53

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da Maxvarese »

Io ho uno schema non leggibile del modello precedente.
Sicuramente il principio di funzionamento è il medesimo ma con uno schema molto diverso.
Il vecchio modello conteneva due 4 opamp e qualche transistor, questo è pieno di rele porte logiche 2 opamp e uno speciale ic comparatore a finestra a 4 uscite.
Apparte il malinteso che ho avuto con il flip flop, sembra funzionare tutto.
Avatar utente
pgv
Messaggi: 556
Iscritto il: gio 17 set 2020, 13:16
Località: Ginevra

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da pgv »

Il brutto e il bello dei circuiti "anzianotti". Ho trovato articoli che parlano dell'utilizzo di questo regolatore di vuoto nel 1979. Almeno non contiene (in ordine cronologico o quasi) ULA, PAL, PLA, FPGA, micro... Se si frega uno di quelli e non hai il programma, finito. Pero' all'epoca i componenti elettronici non erano altrettanto "sicuri" di adesso (tecnologia piu' rudimentale) e si poteva bruciare qualsiasi cosa...
Avatar utente
Maxvarese
Messaggi: 2009
Iscritto il: mar 9 apr 2019, 23:53

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da Maxvarese »

Non avendo trovato nulla di palesemente guasto nel circuito, ho spostato la mia attenzione sul voltmetro a pannello.
Questo ha la caratteristica di avere gli ingressi di misura svincolati dalla massa d'alimentazione, permettendo di eseguire misure flottanti.
All'accensione gli ingressi di tale strumento sono normalmente cortocircuitati a massa per visualizzare stabilmente una tensione di 00.0 Volt.(è un 3 cifre e 1/2).
Naturalmente durante il funzionamento dello strumento tale corto deve essere rimosso perché questo possa funzionare.
Dalla mia parziale ricostruzione,seguendo le piste
questo sembra ottenuto mediante l'attuazione di alcuni relè in serie, uno dei quali attivabile spostando un interruttore di un Dip SW accessibile dall'esterno.
Chiudendo il contatto 6 si eccita un relè che scollega l'ingresso + del voltmetro da massa, rendendo visibile una tensione di 0,5 Volt regolabile tramite il vicino trimmer.
Non ho il manuale del baracco, ma non sarà mica una banale questione di taratura?
Allegati
20230517_123333_copy_640x480.jpg
20230517_123333_copy_640x480.jpg (220.41 KiB) Visto 1710 volte
Avatar utente
Maxvarese
Messaggi: 2009
Iscritto il: mar 9 apr 2019, 23:53

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da Maxvarese »

La tensione di 0,5 Volt fa apparire sul display 50.0, che dovrebbero rappresentare i 50 Sccm, centimetri cubi al minuto.
Grazie blue, mentre scrivevo la s mi ha ingannato, sta per standard e non secondi.
Ripeto non ho il manuale, ma sotto lo strumento c'è una targhetta che riporta questo valore, avendolo trovato regolato in questo modo presumo si tratti di una taratura del massimo flusso..
Allegati
20230515_171236_copy_640x480.jpg
20230515_171236_copy_640x480.jpg (187.63 KiB) Visto 908 volte
Ultima modifica di Maxvarese il gio 25 mag 2023, 23:03, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
blue3121
Messaggi: 913
Iscritto il: dom 24 gen 2021, 7:22

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da blue3121 »

Maxvarese ha scritto: gio 25 mag 2023, 9:55 ... Sccm, centimetri cubi al secondo...
SCCM in realtà sono centimetri cubi per minuto in condizioni standard, quindi è una misura di portata compensata in temperatura e pressione.
Se il 50 è il fondo scala e lo strumento è a standard industriali (4-20 mA ? 0-10V ? ecc) mi sembra strana una lettura di 50 per 0.5V.
Il 50 potrebbe essere un valore di riferimento a cui tenere la portata (si usa mettere dei "segni" nell'industria, per avere un riscontro immediato).
“...dentro i confini del computer, sei tu il creatore. Controlli - almeno potenzialmente - tutto ciò che vi succede. Se sei abbastanza bravo, puoi essere un dio. Su piccola scala.”
L. Torvalds
_________________
Guido C.
Avatar utente
Maxvarese
Messaggi: 2009
Iscritto il: mar 9 apr 2019, 23:53

Re: "Nuova" unità controllo immissione gas

Messaggio da Maxvarese »

Il fondo scala, è di 2 Volt anzi 1.999, il punto decimale è posto a sinistra dell'ultima cifra a destra e non ha influenza sulla portata, è solo grafico, lo strumento misura sempre e solo da -2 a + 2 Volt.
Applicando 0,5 Volt visualizza 50.0 applicando 1 volt visulizzerebbe 100.0
Rispondi