salvate il soldato HP54600B

Recensioni e consigli su strumentazione da laboratorio da chi li ha poteuti provare
Rispondi
sandor626
Messaggi: 139
Iscritto il: mer 6 feb 2019, 18:35

salvate il soldato HP54600B

Messaggio da sandor626 »

Chi ha la fortuna di possedere un oscilloscopio della serie HP54000 sa bene di disporre di uno strumento tutt'ora efficace ed efficiente . Il suo limitato sampling rate ( di 200MSa/s) , in un utilizzo di segnali ripetitivi non rappresenta un limite . Suo punto di forza è una base dei temi che lo spinge fino a 2ns/div , fatto questo che lo mette ancora oggi sopra tutti gli oscilloscopi enty level delle case più vendute (per esempio per questo parametro è migliore del Rigol Ds1054Z, giusto per fare un confronto pratico ).
Pur tuttavia l'età si fa sentire per questo oscilloscopio dei primissimi anni 90 . In linea di massima si tratta di malesseri curabilissimi, alla portata di qualunque hobbista evoluto . Mi riferisco ai due condensatori del modulo CRT Hitachi posti sulla deflessione verticale il cui guasto produce la progressiva chiusura della ampiezza verticale dell'immagine . Altra nota pecca di questo oscilloscopio è la relativa fragilità meccanica della scheda dei comandi , quella con gli encoder rotativi ed i pulsanti , che tende a spaccarsi se maltrattata. Immagino possa succedere se si appoggia lo strumento sulle manopole o se si pigiano allo spasimo i pulsanti , ovvero se si riceve l'oggetto tramite corriere senza adeguato imballo. Anche in questo caso basterà ristabilire la continuità delle piste interrotte.
Ci sono guasti, tuttavia, che , unitamente alla impossibilità di ripararlo presso la casa madre , tuttavia, rischiano di mettere KO questo oscilloscopio . Mi riferisco alla corruzione del contenuto della Eprom ( conosciuta come ROM ) e della memoria non volatile ( conosciuta come Ram) . Considerati i 30 e passa anni le citate evenienze sono da considerare come assolutamente probabili nel breve periodo, visto che tutte le Eprom ( cancellabili ad UV) anche se protette dalla luce diretta possono statisticamente perdere il contenuto di qualche cella di memoria dopo i 20 anni o prima . Una simile evenienza , essendo questa la ROM del sistema ne causerebbe il crash, con interruzione dello start-up dello strumento.
Per la "RAM", invece, si è fatto uso delle famigerate memorie DALLAS le quali essenzialmente sono dei veloci chip di memoria ( molto più veloci di qualunque Eprom o EEprom) , al pari di un chip di memoria RAM , presentando d'altro canto il classico standard delle Eprom ( JEDEC standard 28-pin DIP ) . Queste memorie hanno bisogno di essere tenute costantemente sotto tensione , come tutte le RAM, ragion per cui nel package è stata allocata una batteria al litio. Avendo un assorbimento di pochi nanoA , la durata della batteria coincide con il suo tempo di autoscarica. La Dallas in ogni caso le dichiara capaci di mantenere i dati in memoria per 10 anni . Nella Ram sono allocati i dati di calibrazione .
Se dopo oltre 30 anni come nel mio caso ancora sono funzionali, non mi sembra ci sia molto da scommettere sulla tenuta dei dati della calibrazione.
In poche parole , se si vogliono dormire sonni tranquilli , e non vedere il proprio oscilloscopio piantarsi durate la procedura di accensione ( Rom failure), ovvero mostrare il triste messaggio di calibrazione persa ( Ram failure) , non resta che salvare il contenuto sia della Eprom che del chip DALLAS .
Segue
stefano.s
Messaggi: 45
Iscritto il: mer 30 dic 2020, 23:42

Re: salvate il soldato HP54600B

Messaggio da stefano.s »

buongiorno sandor 626 seguo sempre con interesse e soddisfazione i suoi scritti...
sandor626
Messaggi: 139
Iscritto il: mer 6 feb 2019, 18:35

Re: salvate il soldato HP54600B

Messaggio da sandor626 »

DSC_0750_00001-min.jpg
DSC_0750_00001-min.jpg (33.95 KiB) Visto 105 volte
la Eprom con l'etichetta bianca e la NVRAM con il punto rosso
DSC_0758_00001-min.jpg
DSC_0758_00001-min.jpg (83.79 KiB) Visto 105 volte
Finalmente dissaldata la Nvram
DSC_0759_00001-min.jpg
DSC_0759_00001-min.jpg (121.12 KiB) Visto 105 volte
operazione riuscita senza danni
sandor626
Messaggi: 139
Iscritto il: mer 6 feb 2019, 18:35

Re: salvate il soldato HP54600B

Messaggio da sandor626 »

DSC_0761_00001-min.jpg
DSC_0761_00001-min.jpg (72.92 KiB) Visto 103 volte
lo zoccolo ottento dal contributo di due zoccoli a tulipano
DSC_0762_00001-min.jpg
DSC_0762_00001-min.jpg (59.02 KiB) Visto 103 volte
saldature terminate non ancora ripulite . Ora si può pensare alla lettura / dumping della NVRAM
sandor626
Messaggi: 139
Iscritto il: mer 6 feb 2019, 18:35

Re: salvate il soldato HP54600B

Messaggio da sandor626 »

DSC_0757_00001-min.jpg
DSC_0757_00001-min.jpg (227.46 KiB) Visto 102 volte
il chip nel programmatore . I più avranno già notato, fin dalla prima foto, dalla sigla che non si tratta del chip Dallas ma del suo similare prodotto da ST l' M48Z18 . Questa NVRAM è in tutto e per tutto equivalente alla DALLAS DS1225 . Si tratta di uuna RAm non volatile da 64kbit in standard jedec dip28
sandor626
Messaggi: 139
Iscritto il: mer 6 feb 2019, 18:35

Re: salvate il soldato HP54600B

Messaggio da sandor626 »

il mio programmatore non dispone della possibilità di leggere le M48z18 , per cui ho dovuto selezionare come è visibile la DALLAS DS1225
DSC_0757_00001_01-min.jpg
DSC_0757_00001_01-min.jpg (69.64 KiB) Visto 101 volte
sandor626
Messaggi: 139
Iscritto il: mer 6 feb 2019, 18:35

Re: salvate il soldato HP54600B

Messaggio da sandor626 »

per questo particolare tipo di memoria, come del resto per semplici RAM ( che possono essere testate ed ovviamente non possono essere programmate) , il programmatore TL 866 A dispone della funzione TEST . Questa funzione nel caso di una NVRAM che abbia già un suo contenuto produrrebbe un test distruttivo per i dati contenuti ( immagino , ma non ho provato ) . Per cui mi sono limitato a leggere il contenuto del chip e a salvarlo in file bin .
Una volta salvato il contenuto della NVRAM sarà possibile in futuro riprogrammare una nuova NVRAM ( che abbia una batteria fresca ) senza dover ri-calibrare l'oscilloscopio . Ovvero, non potendo disporre più dei dati/costanti di calibrazione in NVRAM , accontentandosi di usare l'oscilloscopio calibrato per valori medi ( possibilità presente su questo HP54600B ) che permetterebbe di fare delle misure sia pure non precise, senza contare che il menù di calibrazione assente e della necessità di usare valori medi si ripresenterebbe ad ogni accensione .

ps: per tutti possessori di TL866A , attenzione ! NON effettuare l'aggiornamento del firmware all'aultima versione altrimenti il vostro fantastico programmatore ( in relazione al prezzo e alle sue caratteristiche ) si ridurrà ad un misero programmatore capace di programmare solo poche decine di rari chip , perdendo la memoria di tutte le altre migliaia di chip . E se non bastasse il TL866 perderà l'opzione di aggiornamenti futuri del firmware ... quindi niente ritorno indietro . Il tutto assume le caratteristiche del danneggiamento deliberato/ doloso di proprietà privata , perchè apparirà un messaggio che invita a comprare un nuovo programmatore dalla medesima ditta cinese .
Ma che mattacchioni ! Per non dire altro

Quindi occhio ! ( anche se esiste la possibilità di riabilitare in modo hardware l'aggionramento del firmware , saldando fisicamente il livello logico ad un piedino della CPU , ma la cosa è abbastanza delicata )
Rispondi